• Il benessere dei bambini italiani: il rapporto 2013 dell’Unicef

    L’Unicef ha pubblicato nel 2013 un nuovo rapporto sui livelli di benessere dei bambini nei Paesi sviluppati.  E se l’Italia si colloca al 22° posto sui 29 Paesi considerati, alle spalle non solo dei Paesi dell’Europa settentrionale, ma anche della Slovenia, dell’Ungheria e della Polonia, particolarmente preoccupanti sono alcuni dati relativi alla salute. Tra questi spiccano la più bassa percentuale di ragazzi tra gli 11 e i 15 anni che fa quotidianamente attività sportive (meno  del 10%) e le concentrazioni più elevate di PM10 nell’aria. 

    UNICEF Office of Research (2013) Child well-being in rich countries. A comparative overview, Innocenti Report Card 11.

    http://www.unicef-irc.org/publications/683

     

  • Anche Copenhagen pensa alla Congestion Charge

    There is a constant flow of discussion at the moment about the proposed congestion charges in Copenhagen - one of the initiatives the current government had on their election platform.
    Like in Stockholm and in London prior to implementation of their congestion charges, the debate is heated and often rather one-sided.

    http://www.copenhagenize.com/2012/01/congestion-charges-bring-life-to-city.html

  • EUROLIFENET PROJECT

    Promosso dal Research Center on Information Technology and Partecipatory Democracy,
    il progetto ha permesso di monitorare l'esposizione personale al particolato atmosferico (PM 2,5) a Milano, utilizzando gli studenti delle scuole.
    Secondo modalità e condizioni che soddisfino le esigenze degli scienziati, dei tecnici e del legislatore.


    Il coordinamento scientifico è stato affidato all'Istituto dei Tumori.
    La supervisione e l'elaborazione di dati è a cura dell'European Commission-Joint Research Center di Ispra.

    I risultati sono il punto di partenza per innalzare il livello di consapevolezza dei cittadini sul problema dell'inquinamento, e sproneranno i politici a prendere provvedimenti, anche difficili, per ridimensionare realmente l'inquinamento atmosferico nei centri urbani.

    Rimandiamo al sito italiano di Eurolife, dove sono raccolti diversi documenti a disposizione di chi vuole avere più informazioni sul progetto:

    www.eurolifenet.it

  • Che smog farà?

    L'Unione europea ha deciso di aprire una nuova finestra informativa, un servizio per permettere a tutti di organizzare la vita quotidiana diminuendo l'impatto dell'inquinamento: oltre alle nuvole l'antica arte della previsione, modulata in chiave scientifica, verrà applicata alle decine di sostanze indesiderate con cui i nostri polmoni sono costretti a convivere. Tra pochi anni potrebbe dunque diventare un'abitudine dare un'occhiata al giornale, alla rubrica "Che smog farà".

    http://www.repubblica.it/2008/06/sezioni/ambiente/smog-meteo/smog-meteo/smog-meteo.html

    http://www.repubblica.it/2008/06/sezioni/ambiente/smog-meteo/smog-meteo/smog-meteo.html?query=TOC" target="_blank" class="sottolineato">Link: Link all'articolo di Repubblica 17-06-2008