Il cuore delle donne è particolarmente sensibile all’aria inquinata

A ogni aumento di 10 µg/m³ del PM2.5 è associato un incremento del 24% del rischio di un primo episodio cardiovascolare (ictus, infarto ecc.) e una crescita del 76% del rischio di morte per malattia cardiovascolare nelle donne dopo la menopausa rispetto allo stesso rischio misurato nella popolazione generale. Lo dice il New England Journal of Medicine, la più prestigiosa rivista medica statunitense.

Miller KA, Long-term exposure to air pollution and incidence of cardiovascular events in women, The New England Journal of Medicine, 2007 Feb 1;356(5):447-58 (pdf)

Condividi
Share