Quanto influiscono gli inquinanti dell’aria sui pollini?

images_0Molto di più di quanto non si pensasse fino ad oggi!
Per saperne di più partecipate al workshop “Inquinamento atmosferico e pollini” che si terrà al Dipartimento di Scienze dell’ Ambiente e del Territorio e Scienze della Terra (DISAT) dell’Università Milano Bicocca, giovedì 11 Dicembre 2014, ore 14.30-17.00. Edificio U1, Piano Terra, Aula Marchetti.

Il progetto INSPIRED, cui l’ Associazione Genitori Antismog partecipa in qualità di partner, porta avanti un’innovativa attività di ricerca, formazione e divulgazione sul tema dell’interazione fra inquinamento atmosferico e pollini allergenici.

Diversi studi scientifici riportano come l’inquinamento atmosferico causi l’aumento di patologie allergiche. Questo fenomeno è dovuto principalmente a tre fattori:

  • all’azione diretta degli inquinanti sull’uomo, che causa infiammazioni delle mucose e malattie respiratorie più o meno gravi, e lo predispone a un peggioramento delle malattie allergiche;
  • all’effetto che gli inquinanti possono avere sul ciclo riproduttivo delle piante determinando un aumento della produzione di pollini allergenici;
  • al fatto che gli inquinanti possono aumentare il potenziale allergenico del polline agendo sia sulla produzione di nuove proteine potenzialmente allergeniche sia modificando proteine allergeniche rendendole ancora più immunoreattive.

Per informazioni consultare il sito della Bicocca.

 

Condividi
Share