3.427 volte grazie!

Grazie al vostro contributo per il 5×1000 del 2017 siamo riusciti a:

  • realizzare Trèntami, ZONA 30 gente contenta! La prima sperimentazione a Milano di ZONA 30, organizzata da Genitori antismog e Fiab Ciclobby
  • pagare la nostra membership 2018 all’orgnizzazione non governativa Transport & Enviroment Bureau, per conoscerne buone pratiche europee per una mobilità sostenibile e condividerne le campagne
  • pagare la consulenza fiscale per la nostra associazione

Guarda il  Rendiconto_5x1000

 

Allegati

Condividi
Share

Approfondisci

Progetto Navigli

29 luglio 2018
I Genitori Antismog intervengono al Dibattito pubblico, Giugno – Settembre 2018

“Riteniamo che un progetto così ambizioso debba essere anche coraggioso e quindi non cercare un compromesso che rischi di essere uno spreco di denaro pubblico che scontenta tutti senza raggiungere pienamente gli obiettivi. La Milano città d’acqua era una città a misura di persona dal punto di vista della mobilità e dello spazio pubblico. Nell’ultimo secolo si è inseguita l’utopia della motorizzazione di massa e la copertura dei navigli (ma anche dell’Olona, del Seveso, delle rogge e dei fontanili) è stata anche una conseguenza di questa visione. Questo ha comportato dedicare la stragrande maggioranza dello spazio pubblico alle automobili. E’ così andato perso gran parte del fascino e dei benefici ambientali che la presenza dell’acqua portava alla città. E’ aumentata la bruttezza –oggi Milano è un enorme parcheggio a cielo aperto– ed è peggiorata la qualità della vita: il traffico e il rumore causano stress, lo smog accorcia la vita media dei milanesi di 15 mesi, causando la morte prematura di circa 5.000 persone ogni anno, che diventano 10.000 considerando l’area metropolitana (indagine VIIAS 2015). Il progetto Riapertura dei Navigli deve quindi perseguire l’obiettivo di riscoprire, in senso metaforico e pratico, la presenza dell’acqua nel nostro territorio con l’obiettivo di rigenerare l’ambiente urbano incentrandolo sulle persone e nel rispetto del paesaggio. Non una banale ‘operazione nostalgia’, che rischia di avere un ‘effetto Las Vegas’, o ‘Disneyland’, ma un approccio integrato: più acqua, più verde, più mobilità attiva e meno auto, considerando gli aspetti ambientali innanzitutto. Sono tantissimi soldi, usiamoli al meglio, in modo sostenibile e durevole, per le persone e l’ambiente.”

 

Allegati

Condividi
Share

Approfondisci

#tréntaMi ovvero le 4 giornate del Corvetto

 

E’ passata una settimana da quando piazza San Luigi, via Scrivia, via Tagliamento e via Don Bosco sono tornate ad essere come lo sono sempre state in questi anni: pericolose, invase dalle auto in divieto di sosta e… diciamolo: brutte.

Ma per quattro giorni, dal 10 al 13 maggio, grazie al progetto “tréntaMi” gli abitanti della zona hanno potuto “toccare con mano” cosa vuol dire vivere in quartiere che sia davvero una Zona 30. I Genitori Antismog, insieme con FIAB Milano Ciclobby, con la consulenza e su progetto di Matteo Dondé, con la collaborazione del Comune di Milano, hanno “trasformato” il volto di un quartiere rallentando le auto, rendendo più agevoli gli spazi pubblici, aumentando quindi la sicurezza e la vivibilità.

Settimana scorsa abbiamo portato a compimento un percorso iniziato esattamente un anno prima, il 5 maggio 2017, quando il sindaco Beppe Sala e l’assessore Marco Granelli hanno dato il loro benestare alla nostra idea: Approfondisci

Condividi
Share

Approfondisci

TréntaMI: zona 30, gente contenta

#tréntaMI è una sperimentazione di Zona 30 svoltasi a Milano dal 10 al 13 maggio 2018, ideata da Genitori Antismog con FIAB Ciclobby Onlus con la progettazione e consulenza dell’architetto Matteo Dondé, in collaborazione con Comune di Milano.
Si ringrazia Patagonia e Vittoria Italia per il sostegno.

 

Condividi
Share

Approfondisci

Con “TréntaMI: Zona 30 Gente Contenta” nella zona di piazza San Luigi quattro giorni di velocità ridotta

Milano, 10 maggio 2018 – Genitori Antismog e FIAB Milano Ciclobby, con la consulenza dell’architetto urbanista Matteo Donde’ e con la collaborazione del Comune di Milano, presentano il progetto “TréntaMI: Zona 30 Gente Contenta”: il primo esempio a Milano di sperimentazione di una “Zona 30” con la collaborazione dei cittadini.

Allegati

Condividi
Share

Approfondisci

TréntaMI: zona 30 gente contenta

Pronti, partenza, via!!!

Trentami

Per quattro giorni, dal 10 al 13 maggio 2018, nell’area delle vie Don Bosco, via Scrivia, via Tagliamento e piazza San Luigi, si potranno toccare con mano i vantaggi della moderazione del traffico.
TréntaMI: ZONA 30 gente contenta è la prima sperimentazione a Milano di ZONA 30 organizzata dalle associazioni Genitori Antismog e FIAB Ciclobby, con la consulenza dell’architetto ed urbanista Matteo Dondé e con il contributo dei residenti
e cittadini. Un lavoro quindi “dal basso” che ha ricevuto il convinto appoggio e la partecipazione del Comune di Milano.

Scopri il programma e partecipa anche tu!

Guarda il Comunicato stampa e la Rassegna stampa

Cosa è una ZONA 30?
ZONA 30 è un intervento urbanistico semplice, efficace e a basso costo, che migliora
la convivenza tra tutti gli utenti della strada (automobili, pedoni, ciclisti…) e cambia il
modo di viverla: non più solo asse viario ma uno spazio di relazione tra una pluralità
di utenti e funzioni.
Approfondisci

Allegati

Condividi
Share

Approfondisci

TréntaMI: Zona Trenta, gente contenta

Trentami

Sperimentazione di ZONA 30 nelle vie Tagliamento, don Bosco e Scrivia,quartiere Corvetto (zona 4)

TréntaMI: ZONA 30 Gente Contenta è un modo per sperimentare dal vivo la moderazione del traffico con la partecipazione dei cittadini: per quattro giorni, dal 10 al 13 maggio, nell’area delle vie Don Bosco, via Scrivia, via Tagliamento, si potrà toccare con mano cosa vuol dire una ZONA 30.

Non significa banalmente far andare più piano le auto, quanto invece affrontare il problema della qualità degli spazi pubblici urbani.
La ZONA 30 è uno strumento efficace per riqualificare lo spazio pubblico e incentivarne gli usi: con la trasformazione di una strada urbana in ZONA 30 aumentano gli spazi pedonali; migliora la convivialità sulla strada; la circolazione diventa più fluida e i negozi di quartiere hanno “parcheggiate” davanti alle vetrine…le persone!
Ecco perché: “ZONA 30 gente contenta“!

Per la presentazione dell’iniziativa e il coinvolgimento della cittadinanza sono stati organizzati tre incontri che si svolgeranno nella sede del Municipio 4, via Oglio 18 dalle 19:30 alle 21:00 (scarica il volantino)

  • 28 marzo 2018 – Incontro col quartiere
  • 11 aprile 2018 – Moderazione del traffico:vantaggi ed opportunità per la salute
  • 3 maggio 2018 – Centri commerciali e centri naturali: chi fa più affari?

TréntaMI: ZONA 30 Gente Contenta è un progetto organizzato da Genitori Antismog e FIAB Ciclobby Onlus con la consulenza di Matteo Dondé e con la collaborazione di Comune di Milano.

Allegati

Condividi
Share

Approfondisci

Una città gentile e inclusiva

Vi invitiamo a GUARDARE e CONDIVIDERE lo straordinario intervento di Matteo Dondé, Architetto Urbanista e Pianificatore di spazi pubblici, che spiega come sia in atto in Europa un approccio urbanistico che rivoluziona il concetto stesso di strada, intesa finalmente come LUOGO di relazioni e funzioni e non solo come asse viaria.
Cambiare si può e non ci sono più scuse per non farlo!
(L’intervento di Matteo Dondé inizia al minuto 40 – il video si trova in fondo alla pagina)
https://www.ridef2.com/conferenze-ridef

Condividi
Share

Approfondisci

ATM, quale politica?

Dopo l’annuncio dell’aumento tariffario previsto per il 2019, è di pochi giorni la notizia che ATM ha varato un abbonamento agevolato a 50 Euro per disoccupati e inoccupati milanesi.
I due annunci non sono per noi in conflitto, perché se la protezione delle fasce deboli è indiscutibile, anche un eventuale aumento del biglietto può essere condiviso, purché ATM spieghi quale politica e visione ha per il futuro della città metropolitana.
Altrimenti, un mero aumento tariffario potrebbe depotenziare gli sforzi dei cittadini verso la mobilità sostenibile, proprio in un momento in cui è fondamentale incoraggiarla.

Condividi
Share

Approfondisci

Babbo Natale non usa l’auto!

locandina Babbo Natale 2016Anche quest’anno Genitori Antismog lancia la campagna “Babbo Natale non usa l’auto!”, in collaborazione con FIAB Milano Ciclobby e Confesercenti Milano.

Il fatto che chi rappresenta l’interesse dei commercianti sostenga convintamente la nostra posizione ci fa capire che siamo sulla strada giusta! Infatti ridurre il traffico a motore è considerata ormai una necessità non solo per la salute e per una migliore qualità della vita, ma anche per il rilancio dell’attività dei negozi e degli affari.

Questo Natale il vero regalo fallo alla tua città: lascia a casa l’auto e fai le compere in bici, a piedi, coi mezzi….e se vuoi aiutarci a diffondere questo messaggio, STAMPA LA LOCANDINA E APPENDILA A SCUOLA, NEL TUO NEGOZIO, IN UFFICIO, NEL TUO CONDOMINIO…

Perché lo shopping è bello senza stress, senza traffico e senza inquinamento…soprattutto a Natale!

Un’iniziativa di: FIAB Ciclobby Onlus, Genitori Antismog, Confesercenti Lombardia

Condividi
Share

Approfondisci