• Scooter-sharing a Milano? Sì, ma solo se elettrico (come a Barcellona)

    I Genitori Antismog chiedono al Comune di Milano  che lo scooter-sharing a Milano sia almeno elettrico, come a Barcellona. Le moto e i motorini, in media, inquinano molto di più a parità di km percorso nel traffico rispetto alle auto a benzina.

    Un esempio? Una moto euro-3 (2006) emette in media per km percorso 306 mg di Composti Organici Volatili contro gli 11 mg di un'auto benzina euro-4 (2005), cioè 27 volte di piùUna moto euro-3 emette in media in un km percorso 2164 mg di ossido di carbonio (CO) contro i 299 mg di un'auto benzina euro-4, cioè 7 volte di più.

    E per i motorini le emissioni sono ancora più alte, in quanto molti sono 2 tempi.
    (scarica l'allegato con l'inventario delle emissioni INEMAR medie per tipo di veicolo) 

  • Troppo traffico vicino alle scuole di Milano (tranne in Area C)


    Milano, maggio 2014
    Il
    52,7% delle scuole del Comune di Milano si trova a meno di 75 m da strade percorse da più di  10.000 veicoli al giorno. Più di 100 mila studenti- il 56% della popolazione scolastica - sono esposti ogni giorno a elevati livelli di agenti inquinanti. La denuncia arriva dall’Associazione Genitori Antismog, che ha raccolto i dati forniti da AMAT (Agenzia mobilità, ambiente e territorio del Comune di Milano) ed è oggetto di una inchiesta del Corriere della Sera.

  • Siamo nati per camminare 

    Ogni anno l'associazione Genitori Antismog propone a tutti i bambini delle scuole elementari di Milano un progetto bellissimo: per una intera settimana i bambini andranno a scuola camminando!

     

  • La trasformazione sostenibile alla prova del Bilancio comunale

    La trasformazione sostenibile alla prova del Bilancio comunale
    giovedì 12 giugno – ore 11.00
    Palazzo Marino, Piazza Scala 2 – Sala Brigida

    A 3 anni esatti dall’approvazione a larga maggioranza dei 5 referendum per l’ambiente e per la qualità della vita promossi da Milanosimuove con un’iniziativa trasversale che ha mobilitato associazioni e cittadini, qual è lo stato di attuazione da parte dell’Amministrazione Pisapia delle misure previste, ratificate dal Consiglio comunale e dalla stessa Giunta?

    I promotori dei referendum daranno una pagella analitica e indicheranno le misure che intendono attivare (anche in attuazione del Regolamento di iniziativa popolare) perché non si perda l’ultima occasione, con il bilancio 2014 in fase di approvazione, per realizzare la trasformazione sostenibile di Milano chiesta dai milanesi.

    Intervengono tra gli altri:
    Edoardo Croci (Presidente Milanosìmuove)
    Marco Cappato (Segretario Milanosìmuove)
    Enrico Fedrighini (Portavoce Milanosìmuove)
    Anna Gerometta (Presidente Genitori antismog)
    Guido Rosti (gruppo di lavoro Riapertura dei Navigli)

  • La Regione Lombardia incentiva l'uso dei mezzi...inquinanti

     La Regione Lombardia spende € 8 milioni per incentivare l’uso di mezzi …inquinanti

    “Premio per chi non inquina”
    Così il presidente Roberto Maroni ha presentato ai lombardi la decisione di abolire la tassa di circolazione per motorini e micro-car. 
    Una dichiarazione falsa e un incentivo in aperto e clamoroso contrasto con gli obiettivi di risanamento dell’aria in Lombardia e il neonato Piano Regionale degli Interventi per la Qualità dell'Aria PRIA 
    Genitori Antismog chiede a Regione Lombardia:
    • Il ritiro immediato di questo provvedimento annunciato che rischia di peggiorare le già deboli politiche sull’aria della regione Lombardia;
    • di devolvere le risorse risparmiate a un programma regionale di rottamazione dei motorini e micro-car a due tempi e a quattro tempi puntando soprattutto sul trasporto pubblico e la mobilità sostenibile, bici elettriche o tradizionali e facilitazioni al trasporto condiviso.
    Genitori Antismog sottolinea che non è vero che i motorini sotto i 50 cc e – a maggior ragione – le micro-car (cioè quei veicoli a quattro ruote il cui motore è inferiore ai 50 cc.) siano poco o meno inquinanti delle automobili.  Anzi, ad esempio, un motorino a due tempi ha emissioni di idrocarburi incombusti di oltre otto volte quelle di un auto diesel Euro 4 (fonte: PRIA)
  • Siamo nati per camminare 2014

    E' appena terminata la settimana (17-21 marzo) nella quale abbiamo invitato tutti i bambini delle scuole primarie del Comune di Milano ad andare a scuola a piedi, in bici, in skateboard, in monopattino o con i mezzi pubblici.

    Vi aspettiamo alla festa finale: nel porticato della Rotonda della Besana, il 12 e 13 aprile 2014, metteremo in mostra i lavori dei bambini, presenteremo i risultati dell’edizione 2014 e consegneremo i premi alle scuole vincitrici.

    Ecco il programma della festa:

  • Una battaglia per la trasparenza

    I Genitori Antismog mettono a disposizione tutta la documentazione scientifica ottenuta grazie a vari procedimenti di accesso agli atti.

    La documentazione riguarda pricipalmente la situazione dell'inquinamento nell'area lombarda e gli effetti sulla salute.

  • L'insicurezza delle strade di Milano e le responsabilità

    A Milano in meno di un mese una ragazzina di 13 anni e un bambino di 10 sono stati investiti sulle strisce pedonali e gravemente feriti.

    Si potrebbe dire che sono delle fatalità o il frutto di comportamenti individuali irresponsabili. Ma purtroppo così non è. Quante volte a Milano capita di vedere un vigile multare un automobilista per eccesso di velocità o per non aver rispettato la precedenza del pedone sulle strisce? Eppure queste gravi infrazioni vengono compiute di continuo, sotto gli occhi di tutti: il senso di impunità diffuso è complice di queste violazioni del codice della strada.

    Ciclobby, e poi il Tavolo della ciclabilità di cui Genitori Antismog fa parte, hanno chiesto all’assessore competente Granelli, già all’indomani della morte di Giacomo Scalmani, a novembre 2011, di istituire un sistema di verifica delle sanzioni sui temi della sicurezza in bici e a piedi. Un tema assolutamente cruciale per la mobilità sostenibile a Milano e per consentire ai cittadini di Milano di muoversi – senza auto – in condizioni di relativa sicurezza. La richiesta, reiterata più volte da allora, è ancora dopo oltre due anni inevasa, nonostante le promesse dell’assessore Granelli. Le politiche di sanzione sono il frutto di direttive politiche. Il silenzio sul tema delle sanzioni equivale ad una ammissione di colpa.

    Nel frattempo il Sindaco Giuliano Pisapia, dimentico delle richieste che gli vengono  dai suoi concittadini,  sente la necessità di siglare accordi internazionali per la ciclabilità e la mobilità dolce. Ma a Copenaghen, caro Sindaco, non si sognerebbero di trasformare i marciapiedi in luoghi di sosta per le auto con righe nuove di zecca (come in via Archimede, nella foto sotto). 

    Cosa sta insegnando questa amministrazione ai bambini delle scuole che si stanno iscrivendo a Siamo Nati per Camminare? Che le auto hanno sempre, ovunque, e anche illegalmente,  la precedenza?

    Alla luce di tutto quanto precede Genitori Antismog, insieme a FIAB Ciclobby onlus, chiede al Sindaco di verificare concretamente l’adeguatezza delle persone cui ha delegato il governo della sicurezza del traffico e della mobilità cittadina e di valutare se non sussistano i presupposti per una revoca degli incarichi conferiti.

     

  • Bike to school day 2: vieni anche tu il 31 gennaio!

    Insieme a Bologna, Napoli, Torino e Roma per accompagnare a scuola in bicicletta centinaia di bambini delle elementari!

    Dopo la prima edizione del 29 novembre scorso, che è stata un grande successo in tutte le città coinvolte, e dopo 4 mesi di appuntamenti milanesi ricorrenti, torna un evento nazionale per celebrare la bicicletta come mezzo di trasporto ideale per accompagnare i bambini a scuola.

    Le scuole partecipanti all’iniziativa del 31 gennaio e il dettaglio di appunamenti e percorsi saranno comunicati nei prossimi giorni. Informazioni aggiornate nella pagina Facebook: https://www.facebook.com/inbiciascuola e nel sito http://www.inbiciascuola.it.

    L’adesione all’evento nazionale “Bike to school day” è realizzata con il supporto di: Fiab Ciclobby Onlus (www.ciclobby.it) e Genitori Antismog (www.genitoriantismog.it).

  • Lettera aperta: Ambrogino per l'aria

    In occasione della cerimonia di consegna degli "Ambrogino d'Oro", i Genitori Antismog insigniti quest'anno dell'Attestato di Civica Benemerenza, hanno recapitato nelle mani del sindaco Giuliano Pisapia una lettera aperta, simbolicamente posta in una grande busta trasparente, con la quale chiedono più coraggio sulle politiche ambientali e di mobilità, come l'allargamento di Area C e l'istituzione di zone franche dall'auto intorno a tutte le scuole di Milano. Hanno aderito  e firmato importanti associazioni, medici e personalità.

    Caro Sindaco Pisapia,
    dopo 13 anni di impegno per avere aria migliore a Milano, per noi ma soprattutto per i nostri figli, ricevere oggi l’attestato dell’Ambrogino d’oro è motivo di orgoglio.

    Ma qualcosa non quadra. Siamo preoccupati di non meritare un simile premio...