• Troppo traffico vicino alle scuole di Milano (tranne in Area C)


    Milano, maggio 2014
    Il
    52,7% delle scuole del Comune di Milano si trova a meno di 75 m da strade percorse da più di  10.000 veicoli al giorno. Più di 100 mila studenti- il 56% della popolazione scolastica - sono esposti ogni giorno a elevati livelli di agenti inquinanti. La denuncia arriva dall’Associazione Genitori Antismog, che ha raccolto i dati forniti da AMAT (Agenzia mobilità, ambiente e territorio del Comune di Milano) ed è oggetto di una inchiesta del Corriere della Sera.

  • Lettera aperta: Ambrogino per l'aria

    In occasione della cerimonia di consegna degli "Ambrogino d'Oro", i Genitori Antismog insigniti quest'anno dell'Attestato di Civica Benemerenza, hanno recapitato nelle mani del sindaco Giuliano Pisapia una lettera aperta, simbolicamente posta in una grande busta trasparente, con la quale chiedono più coraggio sulle politiche ambientali e di mobilità, come l'allargamento di Area C e l'istituzione di zone franche dall'auto intorno a tutte le scuole di Milano. Hanno aderito  e firmato importanti associazioni, medici e personalità.

    Caro Sindaco Pisapia,
    dopo 13 anni di impegno per avere aria migliore a Milano, per noi ma soprattutto per i nostri figli, ricevere oggi l’attestato dell’Ambrogino d’oro è motivo di orgoglio.

    Ma qualcosa non quadra. Siamo preoccupati di non meritare un simile premio... 

  • Park(ing)day 2013

    Sabato 21 settembre 2013, dalle ore 11.00 alle ore 20.00 saremo a PARK(ING) DAY in via San Marco a Milano con un laboratorio per bambini sul tema delle quattro stagioni per divertirsi con terriccio semi e piante.

    Ecco un po' di numeri per riflettere sulla situazione dei parcheggi a Milano:

    • a Milano 300.000 automobili sono parcheggiate tutti i giorni su strada 
    • Milano ha una superficie stradale utile (strade + marciapiedi) di 29,6 kmq
    • le auto in sosta occupano 3 kmq, pari a oltre il 10 % della superficie disponibile a Milano 
    • In fila occupano 1350 km, una fila di automobili da Milano a Catania
    • il 20-25% circa della sosta è irregolare, pari a 60.000/75.000 auto (Amat, PGTU Stato di Attuazione e aggiornamento, 2013 , p. 84)
    • se nei prossimi due anni venisse liberato a Milano uno spazio pari a quello occupato dal 50% delle auto oggi in sosta irregolare e al 10 % di quelle in sosta regolare si libererebbe spazio per 270 km di percorsi ciclabili, triplicando il numero dei percorsi ciclabili oggi dichiarati dal Comune
    • il verde occupa l’11% della superficie cittadina, contro il 41% di Berlino, il 48 % di Madrid, il 55 % di Praga, il 50% di Vienna, il 28% di Parigi (Agenzia Europea per l’Ambiente - Air Implementation Pilot 2013).

    La sosta su strada è un uso privato di un bene pubblico e sottrae spazio sia a pedoni, mezzi pubblici, biciclette sia al verde che d’inverno garantisce vivibilità e pulisce l’aria e d’estate abbassa le temperature e dona ombra ai tanti che restano a Milano

    Venite anche voi. Contribuite a rendere la vostra città più vivibile!

  • I risultati di un monitoraggio dell'aria di Milano: Area C va estesa

    Milano, 7, 8, 9 giugno 2013. In coincidenza con la riunione del Clean Air Working Group del European Environment Bureau e con la conferenza “Due anni dopo: risultati e attese per cambiare Milano” Genitori Antismog con l’associazione danese EcoCouncil hanno monitorato il livello delle particelle ultrafini a Milano, con un dispositivo P-Trak (Model 8525 Ultrafine Particle Counter). Le misure sono state raccolte ogni secondo utilizzando poi la media del minuto. Sono state scelte 4 postazioni, due fermate di tram (una dentro e una fuori area C), un parco e una circonvallazione sul confine di area C ed effettuati monitoraggi negli stessi luoghi in 3 giorni diversi.

    Le concentrazioni medie in strada fuori da Area C in un giorno feriale sono risultate tre volte superiori a quelle in situazione analoga dentro Area C.

  • 4 maggio. Manifestazione nazionale per una Mobilità nuova

    I Genitori Antismog aderiscono alla Rete per la Mobilità Nuova e il 4 maggio a Milano chiederanno, insieme ad altre 150 associazioni e realtà della Rete di spostare gli investimenti pubblici da strade, autostrade e alta velocità alle forme di mobilità a misura di persona: pedoni, pedali e pendolari.

    Ogni giorno Milano accoglie più di 800.000 persone, che entrano in città per lavoro e studio. Ogni giorno in tutta la Lombardia oltre 4 milioni di persone si spostano regolarmente. Di queste la grande maggioranza usa l'automobile. 

    A Milano ogni giorno, oltre alle auto che si muovono entro i propri confini, entrano più di 500.000 automobili. Tutti i pendolari dell'automobile che entrano a Milano, se messi in fila, creerebbero una lunga colonna che va da Milano al circolo polare artico!

    Mezzo milione di tubi di scappamento che emettono ogni giorno tonnellate di polveri sottili, diossido d'azoto (NO2), monossido di carbonio (CO) e altri inquinanti che avvelenano quella che è già una delle regioni con l'aria peggiore d'Europa.

  • Le politiche di riduzione degli inquinanti dell’aria sottovalutate nei programmi dei candidati governatori alla Regione Lombardia

    Milano, 31 gennaio 2013 – Oggi a Bruxelles, su richiesta della Commissione Europea, l’OMS ha illustrato i risultati delle sue analisi circa l’impatto sulla salute degli inquinanti dell’aria. Nella cornice di una conferenza di grande rilievo scientifico e politico, svoltasi nella sede della UE, ha portato evidenze scientifiche di gravissime conseguenze sulla salute - prima d’oggi non conosciute - derivanti dall’inquinamento dell’aria. 

  • Area C

    Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso di un garagista del centro di Milano e ha disposto la sospensione dell’ordinanza che ha istituto Area C. (leggi il comunicato stampa).

    Superato lo sconcerto iniziale, le associazioni – che si sono costituite nel procedimento per difendere il provvedimento del Comune di Milano – precisano che la motivazione sulla base della quale il Consiglio di Stato ha sospeso l'applicazione di Area C si ricollega ad una ipotetica carenza pianificatoria del Comune di Milano, che dovrà essere valutata nel merito e che, se del caso, potrà essere sanata ci auguriamo in tempi rapidi. L'interesse economico nel provvedimento viene citato solo allo scopo di riconoscere al ricorrente l’interesse ad agire in giudizio, e non per attribuire allo stesso un valore prevalente rispetto a quello generale. Ciò non toglie che consideriamo grave che,  in sede cautelare, si sia omessa una valutazione degli interessi in gioco e della prevalenza del diritto alla salute, che è motivo fondante del provvedimento sospeso.

  • Stima dell'impatto dell'inquinamento atmosferico su mortalità e morbosità nella Città di Milano a cura del Servizio salute e ambiente, Dipartimento di prevenzione, ASL Città di Milano

    Stima dell'impatto dell'inquinamento atmosferico su mortalità e morbosità nella Città di Milano a cura del Servizio salute e ambiente, Dipartimento di prevenzione, ASL Città di Milano

    Scarica anche i rapporti più recenti consegnati ai Genitori Antismog dalla ASL (vedi allegati in fondo a questa pagina)

  • No Smog parade

    Genitori Antismog hanno sostenuto la prima "NO SMOG PARADE" promossa da WWF, Legambiente Toscana, gli Amici della Terra, Genitori Antismog e altre associazioni

    Dove: Piazza della Repubblica, Firenze
    Quando: 22 MAGGIO 2010 ore 14.30

    Contro lo smog e lo stress da traffico,
    contro le allergie e i tumori,
    contro le inadempienze delle pubbliche amministrazioni.

    Quante volte ti sei detto: “che...

  • Giù le macchine dai marciapiedi!

    I Genitori Antismog hanno elaborato una petizione affinchè cessi la pessima abitudine di tollerare le macchine parcheggiate sui marciapiedi, raccogliendo l'adesione di alcune associazioni cittadine attive sui temi della sicurezza sulle strade e della mobilità sostenibile.