Giù le macchine dai marciapiedi!

Bambini

I Genitori Antismog hanno elaborato una petizione affinchè cessi la pessima abitudine di tollerare le macchine parcheggiate sui marciapiedi, raccogliendo l’adesione di alcune associazioni cittadine attive sui temi della sicurezza sulle strade e della mobilità sostenibile.

Il 29 maggio 2008 i bambini e i genitori dell’Associazione Genitori Antismog hanno consegnato al Presidente del Consiglio comunale Manfredi Palmeri e al consigliere Maurizio Baruffi la lettera-appello per tirare giù le macchine dai marciapiedi, hanno presentato le multe dei bambini e hanno mostrato alcune immagini di parcheggio selvaggio scattate dai bambini e dai loro genitori.

Approfondisci

Allegati

Condividi
Share

Approfondisci

OH CIELO! UNA CITTÀ CON L’ARIA DA BAMBINO

ohcielo02_0Campagna di educazione e sensibilizzazione rivolta alle classi III, IV e V delle scuole primarie della Lombardia sui temi dell’inquinamento dell’aria e della mobilità nelle città.
Il progetto a cura di Regione Lombardia – Direzione Generale Qualità dell’Ambiente, Fondazione Lombardia per l’Ambiente, e Ufficio scolastico per la Lombardia nasce da un’idea dell’associazione Genitori Antismog e…

Approfondisci

Condividi
Share

Approfondisci

PETIZIONE ATM

Perchè a Milano i bambini pagano per usare i mezzi pubblici?

Il Comune di Milano accoglie la nostra richiesta!

Venerdì 15 dicembre 2006 abbiamo consegnato la nostra petizione al Sindaco Letizia Moratti, all’Assessore alla mobilità, trasporti e ambiente Edoardo Croci e all’assessore alla famiglia, scuola e politiche sociali Mariolina Moioli.

Una bella vittoria dei Genitori Antismog: la petizione ha portato i suoi frutti.A decorrere dal 1 Aprile infatti (ma non è uno scherzo) ATM incentiverà l’utilizzo dei mezzi pubblici da parte delle famiglie:

Approfondisci

Condividi
Share

Approfondisci

Andiamo a scuola in bici

Nel 2004 e 2005 il GAB – Gruppo Azione Bici (Ciclobby, Arciragazzi, Legambiente, WWF Lombardia, MammeAntismogMilano) ha promosso il progetto “andiamo a scuola in bici” con l’intento di individuare modelli di mobilità alternativi al caotico, solitario e nocivo (per la salute di tutti) utilizzo eccessivo dell’automobile privata, soprattutto per gli spostamenti da casa a scuola, sviluppando la capacità di spostamento autonomo e sicuro dei bambini e dei ragazzi. 

I destinatari di questo progetto sono stati i bambini del secondo ciclo delle scuole elementari ed i ragazzi delle scuole medie.

Condividi
Share

Approfondisci