20 novembre, tutta nostra (dei bambini) la città

giornata-per-i-diritti-dellinfanzia

Il 20 novembre ricorre la Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.
Noi crediamo che i bambini e i ragazzi di Milano abbiano, fra gli altri, il diritto a muoversi e a fare sport in autonomia e in sicurezza. Questo significa che i piccoli milanesi possano andare da casa a scuola, e poi in palestra o in piscina o dagli amici, da soli, a piedi o in bici o in autobus, senza dover dipendere necessariamente da un adulto e poterlo fare in modo sicuro.

Ecco quindi il nostro modo di celebrare la giornata: durante la mattinata ci saranno laboratori creativi in vari punti della città organizzati da ABCittà, poi si partirà con le pedalate in gruppo che arriveranno alla Fabbrica del Vapore dove ci saranno altri laboratori, fra cui il nostro, e la visita alla mostra sul Lego. TUTTI GLI EVENTI E LABORATORI SONO GRATUITI e si possono fare in modo indipendente fra loro.

In particolare, vi aspettiamo al nostro laboratorio per bambini (dai 6 agli 12 anni), “Bici in scatole“, che si svolgerà dalle 14 alle 15 alla Fabbrica del Vapore (via Procaccini 4 – M5 e tram 10-12-14): una divertente gara in cui i partecipanti si cimenteranno nella costruzione di biciclette con il cartone. Chi volesse partecipare dovrà portare con sé almeno una scatola di cartone (scarpe, biscotti o altro) e presentarsi alle 14 all’ingresso della “Cattedrale” (in fondo al cortile).

GUARDA IL PROGRAMMA COMPLETO Approfondisci

Condividi
Share

#12domande – le risposte di Beppe Sala e Stefano Parisi

parisi_salaDomenica 19 giugno con il ballottaggio la città di Milano sceglierà il sindaco per i prossimi 5 anni.
Vogliamo ricordare quanto è importante la figura del sindaco nella lotta allo smog. Secondo la legge (D.lgs. 18 agosto 2000 n. 267) il sindaco è il primo responsabile della salute pubblica della città e lo smog è la più grave forma di inquinamento a Milano costando in media circa un anno di vita ai milanesi (studio VIIAS 2015).
Il 5 maggio abbiamo sottoposto ai 9 candidati sindaci 12 domande su ambiente e mobilità, e più in generale sulla qualità della vita. Hanno risposto in 7 fra cui i contendenti al ballottaggio Beppe Sala e Stefano Parisi. Vista l’importanza del voto del 19 giugno per i nostri temi, vogliamo quindi riproporre qui le risposte dei due candidati alle nostre 12 domande. Per semplicità di lettura abbiamo mantenuto la divisione in blocchi preceduta dalle nostre note introduttive e le risposte sono in ordine di ricezione. (Segnaliamo anche che il candidato Marco Cappato dei Radicali al ballottaggio si è apparentato con Beppe Sala, trovate le sue risposte sul nostro sito).
Buona lettura e buon voto!
(Ricordiamo che domenica si può votare fino alle ore 23).
Approfondisci

Condividi
Share

#12domande ai candidati sindaco: ecco le risposte

Flash mob dei Genitori Antismog davanti a Palazzo Marino nel 2011
Flash mob dei Genitori Antismog davanti a Palazzo Marino nel 2011

C’era un grande assente nella campagna elettorale per l’elezione del sindaco e del consiglio comunale a Milano: lo smog. Eppure è il convitato di pietra di questa città, perennemente afflitta da questo problema a cui la politica non è mai riuscita a dare delle soluzioni efficaci. Ecco quindi che il 5 maggio abbiamo fatto 12 domande (scomode) ai candidati sindaco di Milano sui temi dell’inquinamento dell’aria, della mobilità e più in generale della qualità della vita. E finalmente i candidati (alcuni) hanno affrontato l’argomento, e per questo li ringraziamo. Ora ciascun cittadino potrà farsi un’idea più precisa e scegliere con maggior consapevolezza.

Il comunicato stampa: 5 candidati x 12 risposte

Ecco le risposte (in ordine di arrivo):

20/5: le 12 risposte di Luigi Santambrogio candidato per Alternativa municipale

23/5: le 12 risposte di Gianluca Corrado candidato per M5S

24/5: le 12 risposte di Beppe Sala candidato per la coalizione PD, Sinistra x Milano, IdV, Noi Milano

26/5: le 12 risposte di Marco Cappato candidato per i Radicali

27/5: le 12 risposte di Stefano Parisi candidato per la coalizione Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia, Pensionati, Milano Popolare, Io corro per Milano

2/6: Le 12 risposte di Basilio Rizzo candidato per Milano in comune

3/6: Le 12 risposte di Nicolò Mardegan candidato per Noi x Milano

Segnaliamo inoltre:

Allegati

Condividi
Share

Siamo nati per camminare 2016: grande festa finale

Sabato 14 e domenica 15 maggio
Rotonda della Besana

snpc2016

Sarà una grande festa aperta a tutti i bambini della città per la premiazione di Siamo nati per camminare 2016, che quest’anno è stata un’edizione record con circa 23.000 bambini di 78 scuole primarie milanesi.

Si inizia sabato 14 marzo alle ore 10.30: alla presenza delle autorità e a suon di musica della banda della Polizia Locale, verranno premiate le scuole vincitrici e inaugurata la mostra che presenterà, lungo tutto il porticato, oltre 1.000 manifesti realizzati in classe dai bambini.
Alle ore 12 sarà la volta di un grande gioco a sorpresa organizzato da DeAkids (i numeri per l’estrazione saranno consegnati all’arrivo a tutti i bambini che indosseranno i “superocchiali”), mentre alle ore 16 verrà offerta la merenda da Coop Lombardia.
Durante tutto l’arco delle due giornate sono state organizzate diverse iniziative per i bambini: laboratori-gioco a cura della  Polizia Locale, attività ludico sportive a cura di Milanosport e molto altro ancora.

Per conoscere il programma dettagliato, le scuole che hanno vinto e i premi in palio consulta il sito, leggi il comunicato stampa dell’iniziativa e seguici su facebook

 

 

Condividi
Share

Snpc 2016: la festa finale

SIAMO NATI PER CAMMINARE: IL 14-15 MAGGIO GRANDE FESTA FINALE E PREMIAZIONE CON I 23MILA BIMBINI PARTECIPANTI ALL’EDIZIONE 2016
In mostra, lungo tutto il Porticato della Rotonda della Besana, oltre 1.000 manifesti realizzati dalle classi di 78 scuole milanesi. Ma anche musica con la banda della Polizia Locale, tanti premi e una merenda per tutti i bambini.

CS SNPC 2016 Festa Besana

Le scuole vincitrici di SNPC 2016:
le prime tre scuole che hanno totalizzato le migliori percentuali di spostamenti sostenibili:

  • E. Morante via Pini 95,1%
  • Savoia – Borromeo via Casati 94,7 %
  •  L. Cadorna via Dolci 94,3%

le prime due scuole che hanno migliorato la percentuale di spostamenti sostenibili rispetto all’edizione 2015:

  • E. Morante via Pini + 36 %
  • Tre Castelli + 23%

la classe con più alunni recatisi a scuola in bicicletta:

  • 3 A Leonardo da Vinci

la scuola con più alunni partecipanti alla Stramilanina:

  • Pisacane – Poerio

Allegati

Condividi
Share

12 domande ai candidati sindaco di Milano

Milano_skylineIn vista delle prossime elezioni amministrative di Milano chiediamo ai candidati sindaci come intendano affrontare nei prossimi 5 anni i temi dell’inquinamento dell’aria, della mobilità e più in generale della qualità della vita a Milano. (Leggi qui le risposte)

Ricordiamo che la più grave forma di inquinamento a Milano, quella che fa perdere circa 1 anno di vita in media ai milanesi (studio VIIAS 2015),  non è quella dell’acqua o del suolo ma quella dell’aria. E’ quindi soprattutto una questione di salute pubblica di cui il sindaco è responsabile (D.lgs. 18 agosto 2000 n. 267).

E questo dipende per la sua parte maggioritaria dal traffico motorizzato (il 47% del PM10 e il 65% degli ossidi d’azoto NOx derivano dal traffico, secondo i dati ARPA).

Ecco quindi le nostre 12 domande (in allegato il documento completo con una introduzione tematica alle domande).

  1. AreaC: è favorevole ad avviare il processo di estensione di AreaC entro 2 anni dal suo insediamento, costituendo un secondo anello sulla cerchia filoviaria, creando una seconda barriera tariffaria, modulare rispetto a quella della cerchia dei bastioni (e non un semplice allargamento di quella esistente che creerebbe una netta separazione fra centro e periferie)?
  2. Motocicli e ciclomotori: è favorevole all’introduzione della tariffazione di AreaC anche per le moto e i motorini?
  3. Corsie preferenziali: è disposto a far sì che tutte le linee di forza di superficie, tram e bus, vengano dotate di corsie preferenziali esclusive e continue con asservimento semaforico, e laddove non ci sia spazio sufficiente anche sacrificando la sosta in strada o creando delle ZTL? Approfondisci

Allegati

Condividi
Share

Negozi amici dell’aria. I Genitori Antismog lanciano l’iniziativa

Successo del primo incontro di presentazione del progetto organizzato da Genitori Antismog a Milano, presso il negozio Patagonia. “Dimostreremo come moderazione del traffico e quartieri pensati come centri commerciali naturali facciano bene agli affari e alla salute. L’aria pulita è un vantaggio per tutti!”

Comunicato stampa

Condividi
Share

I negozi amici dell’aria. Presentiamo una nuova iniziativa

logo NADAImmagina una Milano a misura di persona… dove i quartieri della città tornino ad essere centri commerciali naturali. Un luogo in cui fare acquisti, bersi un caffè, godersi un pasto fuori casa siano piacevoli occasioni di relazione, di vita di quartiere e di svago.
Dalla consapevolezza che i commercianti debbano tornare ad avere un ruolo fondamentale nella vita dei quartieri e della città nasce l’iniziativa dei NEGOZI AMICI DELL’ARIA.

Il progetto intende ribaltare il luogo comune che vede i commercianti come oppositori delle politiche anti-traffico; intende creare una rete di punti commerciali sensibili al tema dell’inquinamento dell’aria e consapevoli del rapporto positivo tra mobilità sostenibile (piedi+bici+servizi pubblici) e affari.

Tutte le novità sul sito: Negozi amici dell’aria

Leggi anche tutti i nostri post su NADA

Condividi
Share