MIMO: cosa è il Milano Monza Motor Show

E’ in corso in questi giorni il  Milano Monza Motor Show e il sindaco Sala risponde alla tante critiche sostenendo che “è necessario avere un atteggiamento più ambientalista ma è necessario essere anche pragmatici” e che “gli sviluppi sull’elettrico sono importanti e mi pare che questa manifestazione vada in questa direzione”.

Chiediamo al sindaco: dov’è il pragmatismo nel settore automotive e in quello che questa manifestazione propone?
E quanto è “pragmatica” e green può essere un’auto da 2 tonnellate, 300 CV e 250 km/h, per quanto elettrica?

Da anni ci battiamo per spiegare che la mobilità a Milano non significa schierarsi contro le auto ma contro una cultura che le ha imposte sul mercato oltre qualsiasi ragionevole necessità e funzione.
L’auto viene ancora venduta con un carico di significati che mal si addicono alla realtà in cui poi devono circolare: velocità, potenza, prestazioni, tutte cose bellissime che devono poi fare i conti con limiti, strade intasate, parcheggi che non si trovano.

Continuare quindi a ridurre il dibattito ad una semplice polarizzazione tra “auto sì e auto no” è un modo per banalizzare un dibattito complesso che richiede ragionamenti complessi. E invocare la “ripresa economica” come fa lo stesso Sindaco significa continuare a far credere che l’economia giri sempre e solo attorno all’auto, senza fare nessun ragionamento contrario su una ripartenza economica che si basi invece su altre formule: ad esempio rendere Milano una città così vivibile e a misura di persona da attirare turisti, investimenti e far ripartire i settori della ristorazione, commercio, turismo, alberghiero e tanti altri.

Ti è piaciuto questo articolo ? Condividilo sui social

Vuoi ricevere altri articoli come questo? Iscriviti alla Newsletter

Inserisci il tuo nome e la tua mail: